msdre terraProsegue l’undicesima  edizione “Primavera Donna 2016”, patrocinata dal Comune di Reggio Emilia in collaborazione con diverse associazioni ed enti del territorio, che  attraverso manifestazioni d’arte, incontri istituzionali, presentazioni di libri e spettacoli in spazi all’aperto, biblioteche, teatri, gallerie, locali dei circoli ARCI e cinema, avvicina le cittadine e i cittadini al loro territorio, alla loro storia, sottolineando il grande contributo di genere nei diversi ambiti.
Il filo conduttore di questa edizione è il rapporto “Madre- Figlia” in ogni sua interpretazione.
Il prossimo appuntamento per il 20 aprile, una mostra organizzata da Arcigay Gioconda, presso il Chiostro dell’Ostello della Ghiara, con fotografie di Greta Guidotti, con testo di presentazione di Adele Cacciagrano, sculture di Elena Zannoni e performance di Maria Montecchi.
A seguire, il  27 aprile al teatro Ariosto, sarà lo spettacolo “Di madre in figlia”, a cura della compagnia Eidosdanza.
Il 7 maggio oltre a ” Donne Digitali” al Centro internazionale Loris Malaguzzi, ci saranno incontri e conferenze organizzate da European Women’s Management Development (Ewmd).
Infine il 27 maggio,  in concomitanza con la serata di Finale Uefa Champions League femminile, un incontro  e uno spettacolo di danza promossi dalla Fondazione per lo sport, al Teatro d’Arte e Let’s dance.
 Conferenza stampa cui hanno preso parte l'assessora alle Pari Opportunità del Comune di Reggio Emilia Natalia Maramotti, Laura Severini, curatrice di 'Funzione Guerriera', e Fadia Bassmaji di Sinonimia Teatro Cultura Bellezza.

Conferenza stampa cui hanno preso parte l’assessora alle Pari Opportunità del Comune di Reggio Emilia Natalia Maramotti, Laura Severini, curatrice di ‘Funzione Guerriera’, e Fadia Bassmaji di Sinonimia Teatro Cultura Bellezza.

Il calendario di ‘Primavera Donna è in questa edizione ancora più ricco del solito, 55 eventi che fanno dialogare istituzioni e associazioni della città intorno al tema ‘Madre e Figlia’. Tuttavia le iniziative non si limitano a questo filo conduttore e a una riflessione sulla relazionalità femminile tra madri e figlie, ma toccano argomenti legati all’attualità e alla figura di una donna che agisce nella società e nella vita di una comunità” ( Assessora Natalia Maramotti )

 le cinque “Reggiane per esempio” che si sono distinte per l’impegno a favore delle comunità locale. Le vincitrici sonoAlessia Olesya Korotkova, Marisa Iori, Eleonora Giovanardi, Annalisa Ferrarini, Gabrielangela Spaggiari

le cinque “Reggiane per esempio” che si sono distinte per l’impegno a favore delle comunità locale. Le vincitrici sonoAlessia Olesya Korotkova, Marisa Iori, Eleonora Giovanardi, Annalisa Ferrarini, Gabrielangela Spaggiari