INDIA – Si è allargata la protesta delle donne nello stato del kerala – Una catena di donne di 620 Km per affermare l’uguaglianza di un diritto: quello alla preghiera

Vi segnalo quanto scritto su e che ho ripreso anche sul mio blog la Bottega del barbieri --- Milioni di donne stanno protestando nello Stato di Kerala a sostegno della…
Leggi tutto »

FACCIAMO OPPOSIZIONE – In Parlamento è nato l’intergruppo “Famiglie e vita”promosso dal leader del family Day in Italia Massimo Gandolfini e che, secondo i promotori, conterebbe già 150 adesioni, tra deputati e senatori.

L’intergruppo ha il chiaro obiettivo di comprimere i diritti delle donne, delle persone Lgbt+, dei cittadini che chiedono di poter decidere sulla propria morte senza essere sottoposti a cure mediche che non hanno…
Leggi tutto »

IRAN – una legge sulla pianificazione familiare fatta da un Parlamento di 289 uomini e 9 donne. Una legge che viola il diritto all’autodeterminazione delle donne

Vi segnalo l'articolo di Zaynab H ( pseudonimo) Lei è una sostenitrice della salute e dei diritti sessuale e riproduttiva a Teheran. Due donne iraniane. Foto dell’utente Flickr Hamed Saber…
Leggi tutto »

Wangari Maathai è morta, per un tumore, a 71 anni. Nobel per la pace nel 2004 con questa motivazione: «La pace nel mondo dipende dalla difesa dell’ambiente» e l’aggiunta che la sua azione per i diritti delle donne ha ispirato moltissime persone e ha saputo conciliare la scienza e l’ideale democratico.

La mia vita, la mia lottaTrent'anni di lotta incessante in difesa dell'ambiente: Wangari Maathai non si è mai scoraggiata, e quando ha saputo del conferimento del premio Nobel per la…
Leggi tutto »

ROMA – al MAXXI Marina Forti in giugno ha incontrato Rakhshan Bani Etemad, cineasta iraniana durante la rassegna che anticipa Asiatica il festival di cinema dall’Asia

Vi segnalo l'articolo di Marina Forti su  Rakhshan Bani Etemad Rakhshan Bani Etemad, oggi riconosciuta come una delle figure più autorevoli e innovative della cinematografia iraniana, dice che ad attirarla…
Leggi tutto »

Felicia Langer era sopravvissuta all’olocausto in Polonia, studiava giurisprudenza all’Università Ebraica di Gerusalemme. Dopo l’occupazione, è stata la prima ad aprire uno studio legale in difesa delle vittime palestinesi.

Vi propongo un’intervista e un articolo di Gideon Levy, per Felicia Langer, che aveva lo stesso nome della mamma di Peppino Impastato Sopravvissuta all’olocausto e schierata per i diritti dei…
Leggi tutto »
12