Terzo appuntamento del ciclo di seminari dal titolo Scrivere è chiedersi … come siamo fatte. Scritture di donne attraverso il tempo  alla Facoltà di Lettere e filosofia, P.le A. Moro, 5, Roma il 12 aprile ore 17 nell’ aula 3 – Storia dell’arte si svolgera il seminario Le donne scrivono: tra Rinascimento e Controriforma 

Intervengono

Virginia Cox

 

Virginia Cox (Academic Director & Professor of Italian Studies New York University, Villa La Pietra, Firenze)   è nata in Inghilterra e ha studiato all’Università di Cambridge, dove ha conseguito il dottorato di ricerca in letteratura italiana nel 1990. Ha insegnato nelle università di Edimburgo, UCL e Cambridge prima di passare al Dipartimento di Studi Italiani della New York University nel 2003. I suoi campi di specializzazione sono la letteratura rinascimentale italiana e la storia intellettuale e la storia della retorica. Vive a New York e Londra

 

 

 

Julia L. Hairston

Julia Hairston (Rome Academic Director, University of California Education Abroad Program (UCEAP), Rome Center Faculty).  Si è laureata presso il Vassar College, l’Università di Roma “La Sapienza” e la Johns Hopkins University. Il suo principale campo di ricerca è la letteratura italiana del Rinascimento, ed è specializzata nella scrittura femminile. La sua pubblicazione più recente include un’edizione bilingue delle poesie e delle lettere di Tullia d’Aragona, un’artista e cortigiana romana del sedicesimo secolo, per la serie Other Voice in Early Modern Europe (CRRS e Iter, 2014). Attualmente sta preparando l’introduzione e le note di una traduzione di John McLucas dell’epica d’Aragona Il Meschino per la stessa serie e della stesura di una biografia intellettuale di d’Aragona. Per il 2017-2018, è presidente della Society for the Study of Early Modern Wome

 

Il ciclo di seminari intende esplorare le scritture delle donne nel tempo, attraverso alcune domande fondamentali, da declinarsi via via nelle diverse circostanze storiche:

  1. In che modo le scrittrici di cui ci occupiamo sono interessate ad una possibile specificità femminile?
  2. Quanta consapevolezza hanno della loro collocazione in una tradizione letteraria maschile?
  3. Si può parlare inoltre in loro di una tradizione letteraria al femminile?

 

ALTRI APPUNTAMENTI :

18 maggio ore 15  -Aula III Storia dell’Arte  – Cristina Comencioni – due valige sulla scrittura delle donne

8 giugno ore 16 Aula cartoteca – Tatiana Crivelli – Stegna Clorinda ai femminili Uffici / chinar la destra – In arcadia la voce delle donne.