Riprendiamo il discorso a partire dal lavoro che il Gruppo nazionale Immagini Amiche UDI ha portato avanti da quando si è costituito.Noi due che scriviamo abbiamo tenuto le fila scrivendovi, facendo proposte valutate con le donne del Gruppo.

A Bologna abbiamo portato un [documento->http://www.womenews.net/spip3/spip.php?article9347], deciso e discusso nell’incontro dei Gruppi nazionali dell’UDI che si è tenuto a Roma il 2 luglio scorso in vista del Congresso.

Tra le varie cose abbiamo scritto :

{Cosa fare, allora, in futuro? L’azione positiva e propulsiva avviata dalla Campagna ha riscontrato una sentita esigenza delle donne e di una parte di uomini, verso un miglioramento, una diffusione di una cultura diversa e una regolamentazione dell’utilizzo mediatico dell’immagine femminile e della rappresentazione delle donne nella comunicazione tutta. Inoltre, l’impegno profuso e la chiarezza degli obiettivi sono stati riconosciuti dalle massime cariche dello Stato: la Campagna Immagini Amiche ha ottenuto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e condivisione e sostegno sono giunti dal Ministero per le Pari Opportunità e dal Parlamento Europeo.}{Sulla base di questo riconoscimento, la Campagna Immagini amiche prosegue avendo in agenda nuovi propositi, come ad esempio:}

-{Creare un Comitato nazionale con rappresentanti delle associazioni, istituzioni e mondo dei media che lavori operativamente sul monitoraggio e sull’analisi della rappresentazione delle donne, sulla promozione di progetti di sensibilizzazione, sul confronto e dialogo con aziende e network;}

-{Istituire Osservatori locali che stiano, oltre che in contatto costante con il Comitato nazionale, in rete con associazioni e istituzioni attive sul territorio per la diffusione capillare di una cultura rispettosa della dignità femminile; }

-{Dare seguito alle nuove edizioni del Premio Immagini Amiche per fare della promozione di una creatività differente e rispettosa dei generi, un volano per una rappresentazione }{diffusa del femminile in grado di aprire ad immaginari inaspettati. }

-{Continuare coraggiosamente a credere nel lavoro creativo e diffuso sul territorio attraverso progetti ed iniziative rivolte alla cittadinanza, in particolare alla cittadinanza studentesca.
}

Questo link http://www3.varesenews.it/italia/articolo.php?id=217933 dimostra che la Campagna procede e che {{sempre più donne e uomini non vogliono essere complici di una rappresentazione sessista}}. Screditando le donne, togliendo loro la credibilità necessaria di dire e di fare autorevolmente, tanto sulla scena privata quanto su quella pubblica, si scredita una società intera.

Il Gruppo sosterrà attivamente la II edizione del Premio Immagini Amiche.

{{Venerdì 18 novembre 2011 – ore 15.00}}, P.E. Sala delle Bandiere – Via IV Novembre, 149 a Roma il Parlamento Europeo Ufficio d’informazione in Italia e l’UDI Nazionale, in partenariato con la Commissione Europea e il Dipartimento per le Pari Opportunità, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, presentano {{la II edizione del Premio Immagini Amiche e il Suo Comitato d’Onore}}.

A partire da questa data si apre {{una nuova fase della Campagna }}Immagini Amiche per contrastare con rinnovato impegno le immagini lesive della dignità femminile non solo nella pubblicità ma nella comunicazione tutta.

{{Serena Ballista e Angela Catania}}

per il Gruppo nazionale Immagini Amiche UDI