Il comunicato delle donne della CGIL di Napoli e Campania a sostegno dell’iniziativa pubblica “Beloscuorno” indetta per il [ 19 novembre ->http://www.womenews.net/spip3/spip.php?article7204] da associazioni di donne napoletane e della Campania (Udi di Napoli, Arcidonna, Arcilesbica, La Camera delle Donne, DonneSuDonne,Associazione Maddalena, Associazione FEBE, Donne in Nero, Donne Medico,Archivio della memoria delle donne del Sud)
Le Donne di Cgil Napoli e Campania, considerano {{ormai stucchevoli }} gli attacchi che il Presidente del Consiglio continua a produrre contro la dignità delle persone.

Si tratta di esternazioni che rendono evidente da un lato {{la natura dell’individuo}}, sempre alla ricerca di facile consenso attraverso l’ostentazione delle sue pulsioni omofobiche in spregio delle donne, degli omosessuali , e dei più deboli; dall’altro evidenziano {{l’inadeguatezza della sua cultura istituzionale}} , che lo rende estraneo rispetto al ruolo che dovrebbe svolgere.

Le Donne della Cgil Napoli e Campania perciò, guardano {{con attenzione ogni iniziativa che rappresenti civilmente la denuncia}} contro dichiarazioni e comportamenti, che – proprio perché provengono da una persona con un incarico istituzionale – sono ancora più offensive e gravi.

In una Città e una Regione come la nostra, attraversata da una crisi sociale ed economica di inusitata violenza, alla quale il governo presieduto da Berlusconi non sa dare alcuna risposta, {{sono urgenti parole ed atti- della politica e delle istituzioni- }} volti non ad escludere ma ad unire; non a fomentare odio e disprezzo verso chi è discriminato -donne, giovani-anziani-poveri-omosessuali- immigrati- ma ad intervenire per migliorare le condizioni materiali di vita delle persone che vivono nel nostro paese e per garantire il loro futuro.

{{Le Donne di Cgil Napoli Campania}}

vedi anche [Perché abbiamo sconfinato->http://www.womenews.net/spip3/spip.php?article7203]