La sede di femministe e lesbiche che si trova in via dei Volsci numero 22 a Roma è sotto sgombero. Questa sede è uno dei pochissimi spazi a Roma solo per donne e lesbiche ed è attiva dal 1989.
_ Difendiamo questo spazio vitale per la nostra autonomia di pensiero e
autodeterminazione.Continua l’ondata di repressione a Roma: dopo anni di minacce
di sgombero e tentativi di vendite all’asta delle sedi politiche di Via dei
Volsci, il 28 ottobre è stato notificato lo sgombero per Via dei Volsci 22 e
26.

La sede che si trova al numero civico di via dei Volsci 22 è, dal 1989,
occupata dalle femministe e dalle lesbiche autorganizzate.
_ Lo sgombero per la nostra sede è previsto per il 21 gennaio
2010, e quello della sede di Via dei Volsci 26 è previsto per il 28 gennaio.

Come femministe e lesbiche denunciamo l’operazione
inaccettabile di rimozione e chiusura di uno dei pochissimi spazi a Roma solo
per donne e lesbiche.

Gli spazi liberati dall’ingerenza patriarcale permettono, senza
costrizioni monetarie e controllo politico, l’autorganizzazione delle donne in
percorsi di lotta contro l’oppressione di genere e contro la violenza sulle
donne.

È in continuità con il percorso femminista che in Italia lo
stupro non è più considerato un reato contro la morale e che si può abortire
senza morire.

L’ esperienza dei collettivi, dei Centri antiviolenza e delle
Case delle donne sono testimonianza della centralità degli spazi fisici nei
percorsi di liberazione delle donne e delle lesbiche.

Il “22”
è parte di questa storia: non permetteremo che venga ostacolata e compromessa.

Il [Martedì Autogestito
da femministe e lesbiche->http://lab.dyne.org/martedi_autogestito_ror], la trasmissione radiofonica che va in onda tutti i martedì dalle 17 alle 23
sugli 87.9 FM di [Radio Onda Rossa->http://www.radiondarossa.info], propone ogni settimana una breve trasmissione dal titolo “E’ la stanza di
tutte noi” dedicata alla storia di questo spazio.

Ogni settimana vengono intervistate donne e lesbiche che hanno attraversato, o che tuttora animano, lo spazio separatista del 22, nel tentativo di ricostruirne la storia e rendere la varietà delle esperienze che lo hanno caratterizzato fino ad oggi.

L’intervista di martedì 17 novembre è con V. dell’Assemblea Femminista del 22 che è
entrata per la prima volta nella sede del 22 un anno e mezzo fa.

[Ascolta l’intervista->http://www.autistici.org/ondarossa/archivio/mfla/091117_%C3%A8%20la%20stanza%20di%20tutta%20noi.mp3] (dura 5 minuti):